40 milioni di medici ai potenti del mondo: è ora di cambiare modello di sviluppo

“Gli  operatori  sanitari  affrontano  la  gestione  della  pandemia  di  COVID-­19  uniti  in  un  approccio pragmatico  e  basato  sulla  scienza.  Con  lo  stesso  spirito,  siamo  anche  uniti  nel  sostenere  una  vera  guarigione da questa crisi una #HealthyRecovery.

Abbiamo visto in prima persona quanto possano essere fragili le comunità quando salute, sicurezza alimentare e libertà di lavoro sono interrotte da una minaccia comune. I livelli di questa tragedia in corso sono molti e amplificati da disuguaglianze e dagli investimenti insufficienti nei sistemi di sanità pubblica. Abbiamo assistito a morte, malattie e angoscia mentale a livelli mai visti da decenni.
Questi  effetti  avrebbero  potuto  essere  parzialmente  mitigati, o  forse  anche  prevenuti,  da  adeguati investimenti in preparazione alla pandemia, sanità pubblica e gestione ambientale.

Dobbiamo imparare da questi errori e tornare a essere più forti, più sani e più resistenti. Prima di Covid-19, l’inquinamento atmosferico stava già indebolendo i nostri corpi. Questo  inquinamento  (da  traffico,  uso  inefficiente  dell’energia  residenziale,  centrali  elettriche  a  carbone, inceneritori e agricoltura intensiva) causa ogni anno sette milioni di morti premature aumentando  sia  i  rischi  di  polmonite  sia  la  loro  gravità;  bronco-­pneumopatie  croniche ostruttive, carcinomi polmonari, malattie cardiache e ictus; determina inoltre esiti avversi in gravidanza come scarso peso alla nascita e asma, mettendo ulteriormente a dura prova i nostri sistemi sanitari.

Una vera guarigione significa non consentire più che l’inquinamento continui a contaminare l’aria che respiriamo  e  l’acqua  che  beviamo,  e  non  permettere che deforestazione e cambiamento  climatico  avanzino senza sosta, scatenando potenzialmente sempre nuove minacce per la salute su una popolazione vulnerabile.

In  un’economia  sana  e  in  una  società  civile  ci  si  prende  cura  dei  più  vulnerabili;  i  lavoratori  hanno  accesso a lavori ben retribuiti che non aggravano inquinamento e devastazione ambientale; le città danno  priorità  a  pedoni,  ciclisti  e  trasporti  pubblici;  fiumi e cieli sono protetti e puliti.  La natura  è  fiorente, i nostri corpi sono più resistenti alle malattie infettive e nessuno si riduce in povertà a causa dei costi sanitari. Per raggiungere questa economia sana dobbiamo usare incentivi e disincentivi più intelligenti al servizio di una società più sana e più resiliente.
Se i governi apportassero importanti riforme agli attuali sussidi per i combustibili fossili, spostandone la maggior parte verso la produzione di energia rinnovabile e pulita, la nostra aria sarebbe più sana e le emissioni climatiche si ridurrebbero drasticamente, alimentando una ripresa economica che, da qui al 2050, darebbe uno stimolo ai guadagni globali del PIL per quasi 100 trilioni di dollari.
Quindi,  mentre  ponete  attenzione  alle  risposte  da  dare  per  il  post-­Covid,  chiediamo  che  i  vostri  responsabili e consiglieri medici e scientifici siano direttamente coinvolti nella concezione di tutti i pacchetti per la ripresa economica; che riferiscano sulle ripercussioni sulla salute pubblica a breve e a  lungo  termine  che  le  azioni  indicate  possono  avere,  e  che  alla  luce  di  queste  diano  il  proprio  timbro di approvazione.

Gli  enormi  investimenti  che  i  vostri  governi  faranno  nei  prossimi  mesi,  in  settori  chiave  come  assistenza sanitaria, trasporti, energia e agricoltura, devono porre al centro la protezione e la promozione della salute; perché ciò che il mondo ha bisogno ora è un #HealthyRecovery.

I vostri piani per incentivare l’economia devono essere una prescrizione proprio per questo.

Appello firmato da 40 milioni di medici e indirizzato a tutti i leader del G20 e per conoscenza a tutti i consiglieri scientifici, medici, sanitari del G20.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: