Il penoso video del ministro Bonafede

Il titolare della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha prodotto e pubblicato un video con musica di sottofondo dal titolo «Una giornata che difficilmente dimenticheremo!». Si vedono lui e Cesare Battisti a cui prendono le impronte digitali, le foto segnaletiche eccetera: una clip di propaganda che non squalifica il ministro ma l’ intero Stato italiano. La notizia però non è questa.

Riporto i commenti in ordine cronologico dalla pagina Facebook di Bonafede: già che ci siete perché non lo esponete in una gabbia al Campidoglio? – Ho sperato non fosse vero, non è possibile che lei abbia pronunciato il giuramento da avvocato – Ormai siete emuli ridicoli di Salvini – Un teatrino ridicolo – La rammenta, avvocato, la disposizione che vieta la diffusione di immagini di una persona privata della libertà? – Non vedo sostanziali differenze con una tribù che balla e grugnisce al ritorno dalla caccia – Nei regimi totalitari facevano questi teatrini – Si vergogni, lei è un ministro, recuperi il senso delle istituzioni – Collega Bonafede, ma lei è un avvocato o un uomo di spettacolo?

– Io non ho parole, davvero, io in questo Paese, in mano a voi, i miei figli non li faccio crescere – Ci sarà un giorno in cui tutto il Paese si vergognerà di te – Anche i detenuti hanno diritto al rispetto umano che si deve a chiunque – Lei dovrebbe vergognarsi ministro, rispetti la legge, rispetti la Costituzione – Avete bisogno di farvi belli su una vicenda drammatica? – Un atto dovuto di Giustizia trasformato in una squallida esibizione. La notizia, ottima, è che lo Stato c’ è ancora ed è in questi commenti.

 

Mattia Feltri per LA STAMPA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: