A mio nonno, assassinato nei cieli di Ustica

image_pdfimage_print

“Quando sono nato

il tuo nome mi hanno dato.

E col tempo papà la tua storia mi ha raccontato.

Su quell’aereo quella sera ti sei trovato

e a casa non sei più tornato,

infatti in quella terribile notte molte cose sono andate storte.

Bugie, falsità,

per non dire la verità.

Chissà come la tua vita sarebbe stata!

Ahimè in fondo agli abissi del mare è restata.

Ma un angelo per me resterai

e nel mio cuore rimarrai”.

Alberto Bosco, 9 anni, nipote di Alberto Bosco – titolare di un’officina a Valderice (Trapani) che 40 anni fa viaggiava sul DC9 dell’Itavia e fu ucciso nei cieli di Ustica

Pillole di saggezza, a cura di Rosella De Troia

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: