Alex Zanotelli: abbiamo solo dieci anni per salvarci

image_pdfimage_print

La domanda che più mi ha disturbato e mi disturba in questi giorni di quarantena, vissuti qui nel Rione Sanità (Napoli), è questa: usciti da questa terribile pandemia, torneremo a vivere come prima?                        

Da quanto percepisco ho una grande paura che sarà così.

È vero che così tante persone sono state profondamente scosse dal Coronavirus ma altrettanto siamo stati scossi, per esempio, dal crollo delle banche (2007-2009), ma non abbiamo cambiato strada. Sarà la Covid-19 capace di farci imboccare un’altra maniera di vivere? Anche perché questo invisibile virus ha colpito soprattutto il cuore del Sistema mondiale: i paesi ricchi.  Saprà il mondo ricco cogliere il monito e cambiare stile di vita?                                                                                                                                   Non sarà facile, se penso che il mondo è oggi governato dalla finanza, il cui unico scopo è fare profitto, che detta la politica ai governi e permette a pochi di possedere gran parte della ricchezza a spese dei molti sempre più poveri, nonché del pianeta, ormai in piena crisi climatica. E per mantenere in “sicurezza” questo sistema, i governi hanno speso lo scorso anno 1.917 miliardi in armi! È un sistema impazzito il nostro!

Il Coronavirus è venuto a risvegliarci dal profondo sonno della ragione indotto dai media, soprattutto dai social in mano a pochi miliardari (ci siamo almeno accorti che siamo entrati in un capitalismo di sorveglianza da far paura?). È ora di svegliarsi e di decidere di cambiare il nostro stile di vita, il nostro modello di sviluppo per far respirare anche gli impoveriti e il pianeta. Non permettiamoci il lusso di sprecare anche questa crisi che deve “insegnarci – come afferma il noto economista americano J. Stiglitz – l’importanza della scienza, il ruolo strategico del settore pubblico e la necessità di azioni collettive, nonché le conseguenze disastrose delle disuguaglianza e della negazione dell’accesso all’assistenza sanitaria come diritto fondamentale”. Dobbiamo tutti ripensare tutto per poi unirci insieme in grandi e forti movimenti popolari per imporre “fin da subito – come dice Serge Halimi – un programma di rottura con il passato”.                                        

Il tempo che abbiamo per salvarci insieme con il pianeta, secondo gli scienziati è molto breve: 10 anni! A noi la scelta!

                                                                        Alex Zanotelli 

You may also like...

1 Response

  1. Avatar Kob ha detto:

    Dite al signor Don Zanotelli che non sarà il socialismo, la soluzione che portarà la salvezza agli uomini…….perlomeno in tutte le questioni!
    Sicuramente forse, non quello degli anni 80,tanto per cominciare!
    Quando ricomincerete a scacciare i demoni più duri è ne riprenderete possesso allora ne riparleremo!
    Per non essere equivocati, neanche fascismi nazzismi, islamismi, comunismi. liberismi o altre nuove relig-ideologie!
    Nella maggior parte dei casi del mondo non si pagherà stipendi rapportati al costo della vita, è anche i diritti non saranno per tutti
    E chiameranno diritti cose che non hanno nulla a che fare con una la natura, sè non magari per una certa cosa che eroneamente gli inconsapevoli scambiano come appartenete alla natura umana, ma che comunque in uno stato di diritto nessuno trà gli uomini, apparte che con la parola, potranno impedire, come giusto che sia, almeno in senso lato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: