Basta sciocchezze sul Franco Cfa e l’Africa

https://archive.org/details/FrancoCFASilvestroMontanaro

Il Cfa, la moneta delle ex colonie francesi in Africa, pensata come “un aiuto a casa loro” per stabilizzare quelle economie, è sicuramente divenuta uno strumento di dominio finanziario di quei paesi da parte della Francia. Le consente il controllo di fatto di tutte le risorse e i settori strategici delle sue ex colonie.

Affermare che questa moneta esista per adesione volontaria di queste nazioni è una feroce menzogna. Chiunque abbia provato a venirne fuori ha fatto una brutta fine. La guerra “umanitaria” in Libia ha tra le sue ragioni nascoste la volontà di Gheddafi e altre nazioni africane di metter su una Banca e una moneta tutte africane. La Libia era finanziariamente in grado di supportare questo progetto. Si è attaccato e distrutto Gheddafi e stessa sorte e toccata a Laurent Gbabo, presidente della Costa d’Avorio, che quel progetto di finanza africana sosteneva.

Affermare che il Cfa e la Francia sono causa di tutti i mali africani è semplicemente ridicolo. Se il Cfa venisse cancellato, ben poco cambierebbe per i paesi che hanno attualmente questa moneta. Verrebbe semplicemente spezzato un monopolio antiquato e si imporrebbero le stesse leggi di mercato e finanziarie, con grande gioia innanzitutto degli interessi americani, che consentono la quotidiana e sistematica depredazione delle risorse africane.

Affermare, poi, che il Cfa sia la causa delle migrazioni africane è falso e puramente demagogico, funzionale allo scontro di interessi oramai stellare tra finanza francese e italiana, anche sulle risorse africane.

Si fugge dall’Africa per una molteplicità di cause legate ai meccanismi di sfruttamento e rapina selvaggia che consentono a più paesi e gruppi finanziari, Italia compresa, di arricchirsi sulla pelle altrui.Causa scatenante dell’ondata migratoria è, poi, stata la guerra “umanitaria” in Libia. Questo paese, il più ricco del continente, dava lavoro a 2.500.000 africani. La sua distruzione ha messo in movimento questi lavoratori anche verso le sponde europee. Quella guerra sono stati in tanti a volerla. Certo la Francia, ma anche l’Italia.

Vedere parlare di Africa forze politiche che hanno nei loro geni lo spirito dei colonialisti alla ” faccetta nera”  e chi oggi condanna alla morte nei lager o in mare gli africani in fuga dalle nostre guerre e dalla miseria da noi creata, è semplicemente disgustoso.

In allegato una mia intervista sul tema

silvestro montanaro

Tra pochi giorni, senza il vostro sostegno, potremmo dover chiudere.

Raiawadunia in questi pochi mesi di vita ha svolto un ruolo importante e crescente nella difesa dei diritti umani, nell’affermazione di una cultura della solidarietà e della cittadinanza mondiale. Ha provato, nel suo piccolo, a fare buona informazione, ad essere argine alla barbarie dilagante.

Milioni di voi ci hanno letto e hanno reso virali i nostri articoli. La nostra media quotidiana è oramai di diecimila utenti e cresce di giorno in giorno. Una risorsa, insomma, che sarebbe sbagliato perdere.

Senza il vostro aiuto, non avremo altra scelta che chiudere.

 

SOSTENETECI 

POSTEPAY: 5333 1710 6675 5675 – c.f. MNTJCP93R08F839R
PAYPAL: silvymonti@yahoo.com
BONIFICO BANCARIO: IBAN IT62I0760105138232206132212 – Jacopo Montanaro

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: