Bolsonaro offende l’Italia e l’umanità

Per Jair Bolsonaro in Italia ci sono tanti morti per coronavirus perché il nostro “è un paese di vecchietti. Un paese, per questa ragione, debole. I vecchi muoiono… “.

Con queste offensive dichiarazioni tenta di tranquillizzare i brasiliani preoccupati dell’assenza di qualsiasi vera misura di contenimento del virus nel loro paese.

E’ evidente che la sua scelta è quella di altri leader neoliberisti convinti che il coronavirus non sia altro che un’influenza e che sia accettabile che a farne le spese siano i più deboli e gli anziani. Da sempre, per questa gente, considerati un peso e niente altro.

Suo figlio Eduardo, intanto, spara a zero sulla Cina accusandola di aver infettato il mondo. Dimentica volutamente che da quando la Cina ha allertato il mondo sul coronavirus, sono passati mesi e in Brasile si è perso tempo, non ci si è preparati a affrontare la minaccia.

D’altronde in Brasile far fronte all’emergenza seriamente significherebbe fare i conti con l’assenza di una sanità pubblica efficiente. La salute, come l’insegnamento, sono stati totalmente privatizzati. Studi se sei ricco in una scuola privata. Ti curi ,se hai i soldi, in una clinica privata. Il Brasile, la sua gente, in gran parte sull’orlo della povertà, sono praticamente indifesi rispetto alla pandemia. Per scelte politiche ben precise a favore dei grandi capitali della finanza che hanno preso possesso anche di salute e istruzione.

Una crudeltà e una vergogna mondiale.

silvestro montanaro

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: