Ci hanno rubato i sogni

Credo sia tutto iniziato il maledetto giorno in cui, dopo un lungo e lento avvelenamento dei cuori e delle menti, ci hanno convinto che i sogni erano esercizi infantili di anime immature.

Giustizia e libertà, diritti e verità, erano solo fandonie. Ululati senza senso alla luna.

Da allora questo è divenuto il migliore dei mondi possibili che solo degli stupidi possono immaginare di cambiare. Un mondo aspro e duro per tanti, tantissimi, cui spettava solo adeguarsi e imparare a sopravvivere tra le sue sempre più strette maglie.

E invece no.

Mai come oggi, no!

Desiderare giustizia, sognare libertà, battersi per i diritti, immaginare un mondo diverso, oggi più che mai sono le necessità prime perché tutti noi ci si possa davvero sentire donne e uomini. A testa alta, alla faccia di padroni antichi e nuovi.

Sognare, progettare, criticare, salvano il mondo.

Sono l’acqua pura e generosa delle menti che rifiutano la schiavitù orrenda dell’esistente.

E si ribellano

Perché l’unica vera normalità è la felicità per tutte e tutti. Cibo, salute, casa, diritti universali. Innanzitutto quello a sorridere, a non svegliarsi in compagnia dell’angoscia o vivere l’incubo della non vita, l’atroce sopravvivenza che ci hanno imposto.

Tutto il resto è la eterna, e oggi ancor più feroce, rapina di pochi sulla pelle dei molti.

 

Silvestro Montanaro

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: