Coronavirus: fermiamo i nuovi untori, gli eterni signori della paura.

In un paese civile seminare panico, diffondere notizie false e tendenziose, generare panico, sarebbe considerato reato e come tale verrebbe sanzionato.

In Italia, invece, è consentito al capo dell’opposizione di addossare, senza alcuna prova o evidenza scientifica, ai suoi avversari la responsabilità dell’arrivo in Italia del coronavirus. 

In Italia è consentito a un quotidiano, tal Libero, di titolare, impunemente, in prima pagina ” Prove tecniche di strage ” nel raccontare e sminuire le misure adottate dal governo per contenere la diffusione del virus.

In Italia è consentito a sedicenti giornalisti, senza alcuna competenza sanitaria, di ergersi a virologi e pontificare su quanto sta accadendo mettendo in crisi ogni credibilità delle istituzioni sanitarie nazionali e internazionali.

C’è chi vuole il panico. C’è chi usa persino una emergenza planetaria pur di raggranellare consenso e demonizzare i propri avversari.

Medici e infermieri che sono in prima linea in questa complicata battaglia, forze dell’ordine, noi tutti, impegnati in questa difficile prova della Storia, meritiamo almeno un po’ di civiltà.

Possiamo sconfiggere l’epidemia. Possiamo farcela, però, solo se non si scatena il panico, che metterebbe in crisi totale tutte le misure di contenimento e il futuro del nostro paese. Abbiamo il diritto e il dovere di impedirlo, di dare una risposta coerente e unitaria a questa crisi. 

Per farlo abbiamo bisogno che le istituzioni si facciano rispettare. Che ci difendano. Che i nuovi untori, quelli della paura, vengano immediatamente fermati e puniti.

silvestro montanaro

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: