Immigrati partecipano alla manifestazione promossa dai sindacati di base (Cobas, Usb e Cub) per chiedere a gran voce la cancellazione della legge Bossi-Fini, Roma, 18 ottobre 2013 a Roma. Sul cartello la scritta: 'Scusate se non siamo affogati'. ANSA/ GUIDO MONTANI

Coronavirus, il Portogallo regolarizza gli immigrati per gestire l’emergenza. E noi?

image_pdfimage_print

Il governo del Portogallo ha deciso di concedere il permesso di soggiorno a tutti gli immigrati che ne hanno già fatto richiesta, almeno fino al primo luglio, per garantirgli di affrontare al meglio l’emergenza coronavirus. Il governo di Antonio Costa ha approvato la sanatoria per i richiedenti asilo e per tutti gli stranieri senza permesso di soggiorno che abbiano chiesto di accedere ai servizi sanitari.

Secondo quanto riporto da El País in questo modo i migranti potranno cercare un impiego e accedere a tutti i servizi pubblici come la sanità, l’affitto di una casa, o il conto in banca. Per ottenere il permesso bisognerà solo dimostrare di aver già effettuato una richiesta.

“Le persone non dovrebbero essere private del diritto alla sanità e ai servizi pubblici solo perchè la loro domanda non è stata ancora elaborata”, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Interni, Claudia Veloso. “In questa emergenza, i diritti dei migranti devono essere garantiti”, ha aggiunto. In questa fase, ha deciso il governo socialista, non ci si può permettere di avere sul proprio territorio persone che sfuggano al monitoraggio sanitario delle autorità.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: