Dilaga il virus delle bufale. Eccone alcune..

image_pdfimage_print

IERI avevamo dato conto della lettera della lettera in cui una “ragazza” (tra virgolette perché non è stato possibile risalire alla sua identità) accusava Nicola Zingaretti di essersi curato dal coronavirus SARS Cov2 in una clinica privata. Falso, il segretario del Pd, che è stato in isolamento a casa, ha annunciato di voler sporgere denuncia per danni da devolvere alla sanità.

FALSO. Denuncia anche per il leader di ItaliaViva Matteo Renzi. Nella serata di mercoledì su Facebook ha iniziato a circolare un video in cui si ritraeva una scena ripresa nel giardino della sua abitazione. Nel video si dice che «tutti i giorni il senatore Renzi gioca a calcio con gli amici nel campo di casa sua» e si aggiunge che «gli amici vengono prelevati dalle loro abitazioni dalle auto della scorta di Renzi». Il video naturalmente è diventato virale, ed è passato su Whatsapp dove è stato condiviso in moltissime chat. Si tratta di un falso: chi ha ripreso la scena nel giardino della casa del leader di ItaliaViva, ha ripreso i due genitori che giocavano con i tre figli; e poi ha condito il tutto con una serie di falsità.

FALSO. Sempre su Whatsapp (ma stavolta il giro è partito da Twitter), alcuni condividono dei fotogrammi, ripresi da un video, dove si vedono dei sacchi neri della spazzatura che conterebbero cadaveri. Le immagini circolano con attribuzione Bergamo e Brescia. Ma su Twitter alcuni le attribuiscono ad un grande ospedale di New York (in quel caso l’autore della bufala ha messo immagini autentiche dell’ospedale prima e dopo la foto con i cadaveri nei sacchi). Bene, quella foto non è stata scattata né in Lombardia né negli Stati Uniti bensì in un ospedale dell’Ecuador. Il primo tweet con quelle immagini è del 30 marzo.

FALSO. All’estero più di qualcuno continua a inventare brutte storie su come l’Italia sta affrontando il Covid-19. Quasi sempre si tratta di notizie che si basano su foto false o decontestualizzate. L’ultima, pubblicata da un quotidiano del Ghana, racconta l’arresto di un fantomatico medico italiano, che sarebbe un esponente del Partito democratico (definito «partito di opposizione»), che sarebbe considerato responsabile della morte di circa tremila pazienti di coronavirus per aver somministrato loro cure sbagliate. La notizia è totalmente inventata, ovviamente (e la foto è stata scattata negli Stati Uniti diversi anni fa). ma è accompagnata da alcuni numeri veri sulla diffusione del contagio in Italia, il che la rende più credibile. Come è finita sul quotidiano africano? La fonte è un misterioso sito di “news” in più lingue, che sembra una piccola fucina di bufale.

VERO. Pare che la pandemia negli Stati Uniti abbia scatenato una corsa nella vendita di armi. Non per sparare al virus evidentemente, ma per difendersi nel caso ci siano disordini come nel film Contagion. È tutto vero: a marzo gli americani hanno comprato due milioni fra pistole e fucili, appena qualcuno in meno del gennaio 2013, dopo la rielezione di Barack Obama alla Casa Bianca e la strage in una scuola elementare.

Riccardo Luna per REPUBBLICA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: