E se smettessimo di essere pecore?

image_pdfimage_print

Adamo, che fu er primo propotente,
disse a la Pecorella: – Me darai
la lana bianca e morbida che fai
perchè la lana serve tutta a me.
Bisogna che me vesta… Dico bene?…-
La Pecorella je rispose: – Bee…-
E l’Omo se vestì. Doppo tre mesi
la Pecorella partorì tre agnelli.
Adamo je se prese puro quelli
e je tajò la gola a tutt’e tre.
Questi qui me li magno… Faccio bene?…
La Pecorella je rispose: – Bee…-
La bestia s’invecchiò. Doppo quattr’anni
rimase senza latte e senza lana.
Allora Adamo disse: – In settimana
bisognerà che scanni pur’a te;
oramai t’ho sfruttata… Faccio bene?…-
La Pecorella je rispose: – Bee…
Brava! – je strillò l’Omo. – Tu sei nata
còr sentimento de la disciplina:
come tutta la massa pecorina
conoschi er tu’ dovere e dichi: bee…
Ma se per caso nun t’annasse bene,
eh, allora, fija, poveretta te!
Trilussa

Pillole di saggezza, a cura di Rosella De Troia

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: