Erdogan, in piena epidemia, blocca le forniture d’acqua alle zone curde occupate dal suo esercito

Lo stato turco, ed è la sesta volta, ha tagliato le risorse idriche a Hesekê in un momento in cui la pandemia di coronavirus pone a rischio la vita delle popolazioni della zona.

L’acqua di Hesekê viene fornita dalla stazione Elok di Serêkaniyê, che è sotto l’occupazione dello stato turco. La stazione fornisce acqua ai campi profughi curdi di Hol, Washokani ed Erisha, nonché al distretto di Til Temir e alla città di Hesekê.

I funzionari della direzione delle acque di Hesekê hanno dichiarato che lo stato turco ha vietato ai dipendenti della stazione Elok a fornire acqua per 10 giorni. Non erano disponibili informazioni sul motivo per cui l’acqua è stata tagliata.

You may also like...

1 Response

  1. Avatar ALBERTO BUZIO ha detto:

    I Turchi sono maledetti assassini!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: