Figlie mie, siate fottutamente egoiste

Figlie mie, siate delle fottute egoiste.

Pretendete ciò che è vostro.

La maternità non è una missione.
Il matrimonio neppure.
La vostra esistenza sì.

Siate egoiste quando vi chiedono di rinunciare in nome della famiglia.
Non alzatevi da tavola, se un uomo non lo ha fatto prima di voi.

Ritagliatevi spazi degni, per fare ciò che vi piace: cinema, teatro, passioni.

Siate egoiste quando vi chiedono di essere il loro “tutto”. Che siano figli, partner, amici. Tenete qualcosa per voi. Di segreto. Protetto. Irraggiungibile.

Siate egoiste. Non condividete ogni cosa. Ci sono luoghi che vi devono appartenere in maniera esclusiva, in cui potrete tornare quando le cose non vanno.

Siate così egoiste da essere economicamente indipendenti.

Un conto in banca solo vostro, che a mischiare amore e soldi si fa un gran casino. E non si sa mai.

Siate egoiste quando l’altro si offende perché non siete ancora a casa, perché non c’è la cena pronta. Pazienza. Non smettete di fare quello che state facendo. Se siete lì, vuol dire che quello spazio merita il vostro tempo.

Siate egoiste quando il lavoro, la carriera sono importanti e vengono prima del resto. Per gli uomini è così, dato accettato e riconosciuto. Perché non dovrebbe esserlo per voi?

Siate egoiste. Non fate l’amore se non volete. Non fingete. Siate sincere.

Anelate al piacere piuttosto, siate egoiste come lo è un uomo.

Pensate a voi. Prima di tutto a voi. Figlie mie.

Al vostro corpo.
Ai desideri.
All’anima.

Difendere i vostri diritti come una necessità finché non avranno lo stesso peso degli uomini che avete accanto.

Diritti che vanno al di là di una famiglia, di un figlio, di un amore.

Sono qualcosa di così intimo che riguarda solo voi e nessun altro.

Impossibile violarli, il rischio è l’infelicità camuffata da felicità. Il sacrificio camuffato in amore.

Siate così fottutamente egoiste da salvarvi.

E non importa quanto vi criticheranno, vi faranno sentire in colpa, vi richiameranno nello spazio chiuso di un ruolo. Magari quello di moglie. Magari quello di madre.

Voi non abbiate dubbi.

Scegliete sempre di essere le donne che desiderate.

Siate fottutamente egoiste.
Questa la mia eredità di madre, per voi.

Penny, scrittrice, insegnante e madre di due adolescenti di cui una, Ludovica, è autrice del disegno che illustra l’articolo

You may also like...

5 Responses

  1. Paolo ha detto:

    mettere la carriera prima dei figli e del coniuge è sempre un errore anche se lo fanno gli uomini, per me una donna che imita il peggio di un uomo..non è la mia idea di emancipazione. il carrierismo fa schifo, maschile o femminile che sia. Dovremmo tutti lavorare meno e pensare di più all’amore e agli affetti. E con chi amiamo è bello condividere tutto tranne il conto in banca..

  2. Rosi ha detto:

    Questo post è l’antitesi di se stesso. Esorta le donne a fare delle cose assolutamente normali e già nel titolo le bolla come ‘egoiste’. Vivere come consigli tu non è egoista, è il minimo sindacale.

  3. Paolo ha detto:

    la famiglia e l’amore devono venire prima per uomini e donne

  4. Mariana ha detto:

    L’intenzione c’è e il contenuto è decisamente veritiero, tuttavia non mi piace tanto il fatto di dover essere ‘egoiste’. Questa parola negativa ci imprigiona in quel posto dove le donne che viviamo la propria vita in maniera completa
    siamo in qualche modo ‘cattive’…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: