Gino Strada e Renzo Piano: ” La bellezza più sublime è quella della solidarietà “

“Quando si parte con un nuovo progetto come quello in Uganda, c’è sempre un po’ di timore. Ci chiediamo se ne valga la pena, se potremo contare sui fondi necessari e sulla collaborazione delle autorità locali. L’idea di costruire un ospedale in Uganda è stata presa con Renzo Piano durante una telefonata tra Milano e Londra, quando ancora non ci conoscevamo di persona. In questo progetto ci ho creduto fin dall’inizioLa prima volta che ho incontrato Renzo, è stata nel suo studio di Genova.Volevo che quell’ospedale fosse scandalosamente bello. Renzo ha cominciato a tracciare le linee della struttura con un pennarello verde…”, racconta giustamente orgoglioso Gino Strada.

A Entebbe, in Uganda, stanno procedendo i lavori di costruzione nel cantiere dove sorgerà il nostro Centro di eccellenza in chirurgia pediatrica. L’ospedale accoglierà bambini con necessità chirurgiche e sarà un centro di riferimento per i pazienti pediatrici provenienti da tutta l’Africa. Nel Centro garantiremo percorsi di formazione per lo staff locale in un ambiente realizzato per essere in totale armonia con gli spazi circostanti e la natura del luogo.

Quest’anno, in occasione dei nostri 25 anni, sarà possibile visitare un’installazione dedicata al Centro di eccellenza in chirurgia pediatrica anche negli spazi del Salone del Mobile.Milano.

Fino a domenica 14 aprile, dalle 9:30 alle 18:30 presso il padiglione 9/11, potrete scoprire di più sul Centro di EMERGENCY e vedere il plastico dell’edificio, già esposto anche alla Royal Academy di Londra, in occasione della mostra “Renzo Piano: the art of making buildings”.

Sono infatti Renzo Piano e il suo “Renzo Piano Building Workshop”, ad aver disegnato il nuovo ospedale, a titolo completamente gratuito, in collaborazione con lo studio Tamassociati e con l’Ufficio Tecnico di EMERGENCY.

A sostenerci nella realizzazione del Centro di eccellenza in chirurgia pediatrica in Uganda, ci sono anche persone, aziende e fondazioni, che ringraziamo per aver deciso di sostenerci nella realizzazione di questo progetto. Così come facciamo in Sierra Leone, in Repubblica Centrafricana e in Sudan, vogliamo continuare a rendere concreto il diritto alla cura in Africa, anche in Uganda.

Il nostro Centro di eccellenza in chirurgia pediatrica è costruito con muri composti da terra pisé, una tecnica edilizia che prevede l’utilizzo di terra cruda per la realizzazione delle pareti che sorreggeranno tutta la struttura.Il nostro ospedale è un edificio costruito con la stessa terra del luogo su cui viene eretto. È in questo concetto che la bellezza visiva si fonde alla prima forma di bellezza che questo Centro vuole esprimere: la bellezza sostenibile. La presenza di 2.600 pannelli solari, che rivestiranno la struttura, contribuirà a soddisfare il fabbisogno energetico dell’edificio.

A Entebbe, la vicinanza con il Lago Vittoria e l’altitudine (ci troviamo a 1200 metri sopra il livello del mare) rendono il clima particolarmente salubre e adatto per un ambiente come un ospedale. La bellezza di questo luogo e della sua vegetazione si rifletterà anche negli ambienti del nostro ospedale: i jacaranda per esempio, gli alberi caratteristici locali con i loro fiori viola, faranno parte del giardino del nostro Centro di eccellenza, che sorgerà nella parte centrale della struttura. Anche il cortile infatti, come tutto il resto del Centro, sarà un luogo di guarigione per i bambini.
Il lotto di terreno su cui l’ospedale sta prendendo forma è stato donato dal Governo ugandese.

Il concetto di bellezza riflette anche l’idea di cura che mettiamo in pratica da 25 anni: anche per EMERGENCY la cura passa attraverso la bellezza. Costruire ospedali “scandalosamente belli” in Africa, così come in ogni Paese in cui siamo al lavoro significa, prima di tutto, creare ambienti confortevoli per ogni paziente e in cui a ognuno possa essere riconosciuto rispetto e dignità.

La collaborazione con il ministero della Sanità e le autorità locali ugandesi ci permette di pensare a questo progetto guardando già al suo futuro. Il nostro obiettivo è coinvolgere fin da subito il personale locale nelle attività quotidiane dell’ospedale, facendo diventare il Centro di eccellenza in chirurgia pediatrica anche un luogo di formazione e crescita per lo staff medico e non medico ugandese, sempre contemplando la parola chiave di questo progetto: eccellenza.
Il Centro in Uganda sarà la seconda struttura di EMERGENCY a far parte della rete ANME (African Network of Medical Excellence), la “Rete sanitaria di eccellenza in Africa” di cui fa già parte anche il nostro Centro Salam di cardiochirurgia in Sudan.

“Ci sono idee talmente belle di cui non puoi farne a meno. La bellezza è un concetto complicato, di una profondità enorme. La bellezza più sublime, e contagiosa, è quella della solidarietà”, afferma entusiasta Renzo Piano.

EMERGENCY

 

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: