” GLI SFASCISTI “

Luigi Di Maio minaccia che l’Italia possa non pagar più i contributi all’Europa se l’Europa non si dichiarerà entro oggi disponibile a prendersi cura dei 150 migranti a bordo della nostra nave Diciotto. Non pagare i contributi all’Europa è mettersi fuori dall’Europa. Materia complessa e difficile sulla quale può decidere soltanto il popolo italiano. Usciamo dall’Europa per 150 migranti? Per un’emergenza che da oramai un anno non esiste più? Ma via! Se qualcuno pensa che in Europa qualcuno stia con il fiato sospeso per questo abbaiare alla luna, siamo messi veramente male.
E’ evidente, quindi, che quella di Di Maio è solo una boutade per rassicurare l’alleato Salvini . Matteo ultimamente scalpita sempre più ( come farà senza più invasori alle porte a metter su crociate bugiarde pur di racimolare voti? ) e non gli sono piaciute le dichiarazioni del presidente della Camera, Roberto Fico che invitava a lasciar scendere i migranti di fatto sequestrati sulla Diciotto. Una buona occasione per rompere tutto , tornare al voto e raccogliere i frutti della sua continua campagna elettorale prima che il consenso si sgonfi?
La boutade di Di Maio, davvero penosa, arriva però in un momento molto delicato. I mercati, gli investitori, le agenzie di rating, in questi giorni cercano di capire il grado di affidabilità del nostro paese e del suo attuale governo. Sentir affermare da un esponente di primo piano del nostro governo, di un paese che ha un drammatico problema di debito, che si è pronti a andar via dall’Europa per 150 migranti non credo alimenti una gran fiducia. Anzi. La speculazione applaude e si frega le mani. Come sempre di fronte ad una preda imbelle e chiacchierona.

Il ministro degli interni dice di non temer nessuno, né il presidente della repubblica, né la magistratura. Gioca a far la vittima e evoca la piazza. “ Arrestatemi pure, gli italiani saranno con me. ”. Immediatamente, in nome della difesa dei confini patrii minacciati dall’ ”invasione” di 150 migranti, per altro in gran parte aventi diritto all’asilo e allo stato di rifugiato, tra gli accoliti del ministro si scatena il putiferio. Tutti pronti a dar l’assalto alle carceri italiane e peggio ancora. Un deputato del suo partito arriva a dire che se qualche magistrato toccherà il suo capo, loro andranno a casa di quel giudice. Come i fascisti del ventennio, come gli assassini di Cosa Nostra. Ad aggravare la percezione di non credibilità del nostro paese, poi, il fatto che oltre qualche chiacchiera, nessuna reazione. In un paese civile e credibile un personaggio così squallido verrebbe espulso a pedate, come un cialtrone, dalle case che rappresentano il popolo e le sue leggi.
Il preteso cambiamento del nostro paese sta divenendo questa pericolosa miseria politica, umana e culturale. Si mostrano i muscoli, si irridono principi e istituzioni, si azzerano diritti e si predica e pratica l’antitesi della nostra civiltà che invece si pretende difendere. Una civiltà fondata sul rispetto delle istituzioni e delle regole, certamente migliorabili, ma costate infiniti sacrifici ai popoli che le hanno conquistate, nel nostro paese e in Europa.
Nel mondo, la percezione del nostro paese sta velocemente divenendo quella di una terra meschina, capace di far guerra a quattro poveri cristi scheletriti, perché questo sono i 150 prigionieri della Diciotto. Stiamo divenendo un paese in cui la serietà e il rispetto non hanno casa, di urlatori da strapazzo, un paese alla deriva in cui arde troppa legna antidemocratica.
Quando la speculazione ci attaccherà, nel mondo, troveremo ben poca solidarietà per le nostre sorti.

Se ti piace il nostro modo di fare informazione
ISCRIVITI AL NOSTRO SITO E CONDIVIDI SUI SOCIAL MEDIA I NOSTRI ARTICOLI
( Nella pagina iniziale, in alto a destra, basta inserire la propria mail e fare click su ISCRIVITI. Arriverà una mail che vi chiederà di confermare). Oppure potete scrivere a cittadinidelmondo2016@gmail.com chiedendo di essere iscritti.
SOSTIENICI:
POSTEPAY numero 5333 1710 6675 5675 cod fiscale MNTJCP93R08F839R
PAYPAL: silvymonti@yahoo.com
BONIFICO BANCARIO: IBAN IT62I0760105138232206132212 intestato a Jacopo Montanaro

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: