GLI STATI UNITI VOGLIONO UN MONDO SENZA LEGGE. SOLO QUELLA DEL PIU’ FORTE

John Bolton, il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha minacciato di sanzionare la Corte penale internazionale (CPI, con sede all’Aia) se questo organismo decidesse di indagare Stati Uniti e Israele per la brutale repressione messa in atto a Gaza che ha lasciato più di cento morti . In ogni caso gli Usa faranno quanto in loro potere in seno alle Nazioni Unite per limitare i poteri di questo tribunale.
.Bolton ha poi fatto coincidere il suo primo discorso da consigliere per la sicurezza nazionale con l’annuncio della chiusura della delegazione palestinese a Washington. “Gli Stati Uniti saranno sempre con il loro amico e alleato, Israele”.
“Oggi, viste che le preoccupazioni del Congresso per i tentativi palestinesi di avviare un’indagine contro Israele presso la Corte penale internazionale, il Dipartimento di Stato ha annunciato la chiusura della sede dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina qui a Washington”, ha detto Bolton .
Inoltre, Bolton ha annunciato che gli Stati Uniti non collaboreranno con la Corte penale internazionale, che ha indicato come un corpo burocratico e irresponsabile che agisce contro la Costituzione degli Stati Uniti. “Va contro l’etica degli ideali della nostra nazione” . Un avvertimento in risposta alla richiesta del procuratore di questo tribunale, Fatou Bensouda, per l’autorizzazione ad aprire un’indagine sui presunti crimini commessi dai soldati americani in Afghanistan. “Impediremo a questi sedicenti giudici e pubblici ministeri di entrare negli Stati Uniti. Applicheremo sanzioni contro i loro beni nel sistema finanziario statunitense e prepareremo denunce contro di loro nel nostro sistema giudiziario”, ha minacciato Bolton durante il suo .discorso, in una manifestazione organizzata dal organizzazione conservatrice Società Federalista.

You may also like...

1 Response

  1. donatella ha detto:

    ONU ed altri organismi internazionali di controllo danno fastidio a chi fa suonare una sola nota, quella della mistificazione della realtà. A tutti noi spetta capire che dire “ceci n’est pas une pipe” di fronte ad una immagine realistica di una pipa è una trappola (anche se Magritte voleva dire ben altro, e cioè di andare oltre le cose), noi non solo non sappiamo andare oltre le cose, oltre le immagini, ma crediamo supinamente a tutto quanto ci viene detto, quanto più ingiusto e mistificante sia. Crediamo nelle generalizzazioni indebite, cioè nelle fallacie argomentative, quanto più atroci sono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: