Gravissimo ! Trump appoggia le rivolte armate contro il lockdown.

image_pdfimage_print

” Liberate Minnesota!”, “Liberate Michigan!”, ” Liberate Virginia!”.

Donald Trump ha twittato il suo appoggio alle manifestazioni armate dei suoi sostenitori che nei tre stati governati dai democratici chiedono l’immediata fine del lockdown.

Lo ha fatto nel giorno in cui l’epidemia di coronavirus ha fatto nel suo paese strage, uccidendo quasi 5.000 persone.

L’America si avvia ad una vera ecatombe. Dai centomila ai duecentomila morti. Ciò accade perché è governata da chi per mesi interi ha raccontato che il virus non era un vero problema e ha lasciato che dilagasse. Ciò accade perché questo paese ha al governo un uomo che cinicamente è pronto a riaprire tutto purché si salvi la macchina del dominio economico e finanziario sul mondo della sua cerchia di “amici”.

Il sostegno ai delinquenti che armi alla mano hanno minacciato i governatori dei tre stati a governo democratico è il là potente e pericoloso a quanti nel suo paese e nel mondo vivono con insofferenza le indicazioni del mondo della scienza e della sanità.

Gli episodi di caccia alle streghe, di minacce, anche di morte, a scienziati e medici si moltiplicano.

First America. Prima gli affari.

You may also like...

2 Responses

  1. Avatar Mario ha detto:

    Gli USA saranno i veri vincitori e forse ancor di più la prima potenza mondiale dopo questa pseudo crisi. Il loro coraggio nello scendere in strada rispecchia la molto più alta percentuale di giovani americani rispetto a quelli italiani. Il nostro è un paese di vecchi. E ne pagheremo le conseguenze. I vecchi hanno paura di morire. I giovani vogliono costruirsi un futuro. L’Europa non ha futuro.

    • Raiawadunia Raiawadunia ha detto:

      Per intanto sono il paese in cui si conta il maggior numero di infetti e di morti. Se per lei l’incoscienza è coraggio, pazienza. Preferiamo il nostro paese che non è paese di vecchi che hanno paura di morire, ma di persone che ragionano e hanno cura della vita di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: