GRAZIE AI SALVINI DI TUTTO IL MONDO, LA VITA UMANA NON HA PIU’ VALORE

In qualsiasi paese civile e democratico un esponente di primo piano delle istituzioni che raccontasse il falso sarebbe costretto a dimissioni immediate.
Ci tocca avere un ministro dell’interno, nonché vicepremier che della bugia ha fatto consuetudine e trampolino di potere.
Ieri, siamo arrivati a negare persino l’evidenza.
“Ho chiesto di visitare un centro d’accoglienza e protezione in Libia, dove agisce l’Unhcr, per smontare tutte le menzogne e la retorica in base alla quale in Libia si torturano le persone e devo confermare che si tratta di un centro assolutamente all’avanguardia”, ha dichiarato ieri Matteo Salvini.
Se invece di passare il tempo dinanzi alle telecamere, twittando o facendo dirette facebook, finalmente facesse il suo lavoro, quello per il quale è stato eletto e viene pagato, tanto, da tutti noi, se finalmente andasse in ufficio al Ministero degli Interni, troverebbe la scrivania sommersa da rapporti di carabinieri e polizia, magistrati, Nazioni Unite e associazionismo che a proposito di ciò che accade in Libia ai migranti, dicono una sola cosa. Tortura e stupro, assassinio e traffico, lager nazisti.
Il 75% delle ragazze che arrivano da noi sui barconi sono state stuprate quotidianamente nei centri di detenzione in Libia.
Una quantità di ragazzi impressionante racconta e mostra i segni di torture inenarrabili.
La Libia è terra di nessuno. Meglio ancora è terra di tagliagole e bande armate che dal traffico dei migranti o dall’impedire che vengano verso di noi guadagnano cifre spaventose. Tra queste ci sono i nostri soldi, visto che li paghiamo perché impediscano ai migranti di venire da noi.
Nelle stesse ore in cui questo orrendo personaggio chiamava leggende tortura e stupri, mentre esaltava la bellezza di un campo di accoglienza delle Nazioni Unite, ancora da aprire e capace di accogliere solo mille persone, un bravo giornalista del Corriere della Sera entrava in uno dei campi veri e mostrava l’orrore di centinaia di persone trattate peggio delle bestie.
In Libia è il caos e Salvini lo sa benissimo. Sa benissimo che lì è continua guerra civile e che il governo di Tripoli non controlla neanche la capitale. Sa perfettamente che la Guardia Costiera libica annovera tra i suoi capi esponenti di primo piano del traffico di esseri umani. Eppure chiede a questa gente di essere l’unica a occuparsi di salvare i migranti in mare. Lo fa sapendo che per una settimana i vascelli libici sono rimasti in porto a causa penuria carburante. Una banda aveva preso possesso di un importante campo petrolifero. Centinaia di persone sono affogate senza che nessuno andasse in loro soccorso.
Pietà l’è morta. Grazie ai Salvini di tutto il mondo, da ora la vita umana non ha alcun valore.
Benvenuti nel nuovo medioevo.

 

Se ti piace il nostro modo di fare informazione
ISCRIVITI AL NOSTRO SITO E CONDIVIDI SUI SOCIAL MEDIA I NOSTRI ARTICOLI
( Nella pagina iniziale, in alto a destra, basta inserire la propria mail e fare click su ISCRIVITI. Arriverà una mail che vi chiederà di confermare). Oppure potete scrivere a cittadinidelmondo2016@gmail.com chiedendo di essere iscritti.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: