Supporters cheer and wave flags during the annual meeting of the Lega Nord, Northern League party, in Pontida, Italy, Sunday, June 1, 2008. The Lega Nord (Northern League for Independence of Padania) advocates the transformation of Italy into a federal State with greater regional autonomy especially for the Northern regions. (AP Photo/Alberto Pellaschiar)

I veri stranieri. Storie di amministratori leghisti che hanno perso ogni umanità.

“Il migrante vien di notte con le scarpe tutte rotte; vien dall’Africa il barcone per rubarvi la pensione; nell’hotel la vita è bella nel frattempo ti accoltella; poi verrà forse arrestato e l’indomani rilasciato”.

Così scrive tal Massimo Asquini, assessore leghista alla Sicurezza in quel di Monfalcone.

“Ho visto un ammasso di stracci buttati a terra – racconta tal Paolo Polidori, vicesindaco leghista di Trieste – coperte, giacche, un piumino e altro. Non c’era nessuno, quindi presumo fossero abbandonati”, spiega.
E aggiunge: “li ho raccolti e li ho buttati, devo dire con soddisfazione, nel cassonetto”.

Erano le povere cose di un senzatetto.

Personaggi di tal tipo sono i veri stranieri. Gente che è divenuta estranea ad ogni umanità.

You may also like...

1 Response

  1. Tiziana ha detto:

    Gente stupida e per la stupidità, ricordava sempre mia madre, non c’è medicina! Dovrebbe essere solo messa in condizione di non nuocere, ma a quanto pare in Italia gente così va per la maggiore, purtroppo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: