IL SANO RISCHIO DEL COSTRUIRE FUTURO

Diceva un foglio bianco come la neve:

“Sono stato creato puro, e voglio rimanere così per sempre. Preferirei essere bruciato e finire in cenere che essere preda delle tenebre
e venir toccato da ciò che è impuro”.
Una boccetta di inchiostro sentì ciò che il foglio diceva, e rise nel suo cuore scuro,
ma non osò mai avvicinarsi.
Sentirono le matite multicolori, ma anch’esse non gli si accostarono mai.
E il foglio bianco come la neve rimase puro e casto per sempre – puro e casto – ma vuoto.

(Khalil Gibran)

rubrica a cura di Rosella De Troia

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: