IMMIGRATI: CI HANNO RACCONTATO SOLO BUGIE

“Esiste un piano diabolico per minare l’identità italiana e europea attraverso una grande ondata di immigrazione dall’Africa. Le Ong che operano nel soccorso ai migranti in difficoltà nel Mediterraneo sono parte di questo piano. Lavorano in combutta con gli scafisti ”.
Questa accusa terribile avvelenò il nostro paese e divenne il cavallo di battaglia di certa politica xenofoba che prese di mira le organizzazioni umanitarie bollate come taxi del mare e al servizio di poteri occulti e antieuropei.
Quattro procure all’opera, agenti sotto copertura infiltrati sulle navi umanitarie, una miriade di intercettazioni telefoniche e satellitari, elaborazioni di tracciati radar, informative richieste ai servizi segreti. Un fiume di denaro pubblico speso in quasi due anni di indagini e un solo risultato, anzi due.
Il primo. Il fantomatico piano non ha alcun fondamento. Le organizzazioni umanitarie hanno svolto semplicemente il loro lavoro, quello di salvare vite umane in pericolo. Il loro disobbedire alla collaborazione con le autorità libiche era ed è più che giustificabile viste le condizioni inumane in cui sono detenuti gli immigrati in quel paese fallito e violento. Due delle inchieste sono state già archiviate. Stesso destino, a breve, per le altre due.
Il secondo. Quello che realmente si voleva ottenere, seminando complotti inesistenti, è stato realizzato. L’opera di salvataggio è stata totalmente bloccata con conseguente crescita del numero delle vittime.
Ad occuparsi dei migranti sono i libici, cioè quelli che più organizzazioni internazionali individuano come i veri capi del traffico di esseri umani e che dei migranti hanno fatto il più osceno e criminale dei business.
Decine di migliaia di ragazze e ragazzi vivono l’orrore quotidiano di spaventosi lager in cui si pratica quotidianamente la tortura a scopo estorsivo e lo stupro. Prigioni dannate cui è vietato l’accesso alle organizzazioni umanitarie e a chi dovrebbe censire gli aventi diritto all’asilo.
Nei giorni scorsi, in una delle più importanti di esse, a gestione del governo di Tripoli, un letamaio spaventoso, è scoppiata una rivolta. Gli eritrei detenuti volevano informazioni su tanti dei loro spariti misteriosamente. Li hanno massacrati.
Il vero complotto, i veri criminali, aspettano di essere finalmente perseguiti.

 

Firma e fai firmare la petizione per la chiusura dei lager libici

https://www.change.org/p/chiudiamo-i-lager-libici-antonioguterres-ep-president-giuseppeconteit

You may also like...

3 Responses

  1. Anna ha detto:

    per portarli nei lager europei?la finanziano? Lei lo sa quanti problemi ci sono nel mondo? Non ci sono gia abbastanza bastardi che si okupano di questa storia? BASTA. Io Non mi sento xenofoba e non capiaco perche non ho la possibilità di denunciare un insulto simile. Basta . Altro che favoletta

  2. Anna ha detto:

    Come si denunciano francia usa ong e tuttigl iassassini col culo parato e voi complici?

  3. Anna ha detto:

    Come denuncio chi mi da della xenofoba!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: