IRAN: ARRESTATA NASRIN, CHE DIFENDEVA LE DONNE

Le forze di sicurezza iraniane hanno arrestato l’avvocato iraniano per i diritti umani e premio Sacharov 2012 per la libertà di coscienza, Nasrin Sotude. Suo marito ne ha dato la notizia qualche ora fa. Le ragioni del suo arresto sono sconosciute alla famiglia.
Sotude, famosa per il suo lavoro in difesa di persone perseguite per motivi politici, aveva lavorato negli ultimi mesi in rappresentanza di alcune delle ragazze arrestate per aver protestato rimuovendo il velo nel mezzo delle strade pubbliche.
La prigione non è luogo sconosciuto per Nasrin Sotude. Vi ha passato ben tre anni della sua vita sempre a causa di arresti per le sue battaglie civili. In prigione è quasi diventata cieca dopo uno sciopero della fame, protrattosi per 49 giorni, contro la persecuzione dei suoi familiari, soprattutto di sua figlia, 13 anni, sottoposta a limiti di libertà di movimento.
Il suo arresto arriva in un contesto sfortunato per l’amministrazione del pragmatico Hasan Rohani. Il ritiro degli Stati Uniti dall’accordo nucleare ha rafforzato il discorso dell’ala anti-occidentale e rigorista del potere, contraria alle politiche del presidente di modernizzazione dell’Iran . E’ evidente che il peggioramento delle condizioni di vita, a causa delle sanzioni volute dall’amministrazione Trump, rafforza politicamente l’ala conservatrice degli ayatollah. Per questo settore, tuttora molto forte, dell’Iran, le manifestazioni delle donne contro l’obbligo del velo in pubblico suonano minaccia al loro potere.
Nasrin, poi, in queste ultime settimane aveva vivamente e pubblicamente protestato contro la decisione che a rappresentare qualsiasi imputato di reati politici fossero solo 20 avvocati e per di più scelti dalla magistratura ancora oggi controllata dai radicali del regime.
Ovviamente, tra quei venti, il suo nome non c’era.

Se ti piace il nostro modo di fare informazione
ISCRIVITI AL NOSTRO SITO
( Nella pagina iniziale, in alto a destra, basta inserire la propria mail e fare click su ISCRIVITI. Arriverà una mail che vi chiederà di confermare).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: