L’altro è un battito del cuore

Un uomo cammina

solo e grigio

lungo strade

d’asfalto e di ferro

Solo.

Tra mille altri uomini.

Soli.

 

Un fiore

pallido

in una fenditura del selciato.

Radici allo scoperto

affannosa ricerca di vita

 

L’uomo

attonito

si ferma.

Lo raccoglie

e il viso gli si illumina.

 

Prova a fermare uno

e poi un altro e un altro ancora.

” Ho trovato un fiore,

qui,

capite?

C’è bisogno di acqua e di terreno!

Chi ha del terreno e dell’acqua?”

 

Nessuno gli da ascolto.

I mille soli hanno fretta.

Fretta di niente.

e poi…

è sconveniente

parlare di fiori

tra grattacieli,

strade ferrate,

macchine e rumori.

 

Ma la gioia dura fino a sera

nonostante nessuna risposta,

nonostante scherni

e dinieghi frettolosi.

 

E l’uomo

al chiarore della luna

scruta il fiore,

lo annusa con prudenza,

lo protegge con amore

pieno di paura

per quel suo pallore,

per quelle sue radici allo scoperto

 

All’alba

hanno trovato lì

su di una strada d’asfalto e di ferro

un uomo

un uomo

con un fiore vermiglio

piantato nel petto

L’uomo

incredibile a dirsi

sorrideva.

 

 

Pillole di saggezza, a cura di Rosella De Troia

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: