L’altro sei tu…

Disse un filo d’erba a una foglia d’autunno: «Fai un tale rumore cadendo! Spargi di qua e di là tutti i miei sogni invernali».
Disse indignata la foglia: «Tu, nato in basso, che in basso vivi! Piccolo stizzoso, senza canti! Tu non vivi nella regione superiore
dell’aria e non puoi espnmere né suoni né canti».
Poi la foglia d’autunno giacque sulla terra e s’addormentò. E quando fu primavera, si risvegliò: – ed era un filo d’erba.
E quando ritornò l’autunno e il sonno dell’inverno fu sopra di lei, e su di lei per tutta l’aria intorno cadevano le foglie, mormorò tra sé:
«Queste foglie d’autunno! Fanno un tale rumore!
Spargono e disperdono tutti i miei sogni».

Gibran Kahlil

 

rubrica a cura di Rosella De Troia

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: