L'arrivo di Luigi Di Maio (S) e Alessandro Di Battista alla camera ardente allestita nel foyer del Piccolo Teatro Strehler per l'ultimo saluto a Dario Fo. Milano, 14 Ottobre 2016. ANSA/FLAVIO LO SCALZO

Le bugie di Di Maio e Di Battista sull’Africa

Sere fa, a ” Che tempo che fa”, Alessandro Di Battista, reduce dal “faticoso” viaggio in Sudamerica ha sparso a piene mani le sue personali “pillole di saggezza”.

Le prossime elezioni europee devono portare ad un’Europa assolutamente diversa. Meno costosa, con un parlamento dotato di poteri reali e un seggio nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Seggio da strappare alla Francia che abusivamente le occupa essendo un paesello come tanti.

Sono tesi addirittura ovvie, che in tanti sosteniamo da tempo immemorabile. Sentirle riaffermare da Di Battista rallegra, ma non tanto. Le scelte politiche, le alleanze in Europa del suo Movimento, infatti, parlano di cose assolutamente diverse. Alle elezioni i 5 Stelle andranno in compagnia di vecchi arnesi della peggior destra europea interessati ad altro, non a una vera riforma dell’Europa.

Di Battista, seguito a ruota da Di Maio, ha poi infierito sulla Francia. La responsabilità del disastro africano, udite udite, e dei flussi migratori è dei nostri cugini al di là delle Alpi. I francesi hanno imposto alle loro ex colonie una moneta, il Cfa, che le impoverisce ed è causa di emorragia di esseri umani verso le nostre sponde. I francesi hanno voluto la guerra a Gheddafi e con essa hanno provocato i flussi migratori. I prossimi naufraghi andrebbero sbarcati a Marsiglia….

Da lunghi anni denuncio inascoltato l’abominio del neocolonialismo francese in Africa e della sua arma più potente che è proprio il Cfa. Anche per questo trovo penose le affermazioni dei due capetti a 5 Stelle. E trovo squallido il modo di raccontare di Repubblica che pur di attaccarli racconta che quella moneta è scelta volontaria delle ex colonie francesi. Volontario che? Chiunque abbia provato a venir fuori da quel sistema monetario ha fatto una brutta fine.

La guerra a Gheddafi ha visto la Francia in prima linea, ma subitissimo dopo c’era l’Italia e al governo c’era l’attuale alleato di governo dei 5 Stelle, cioè la Lega di Salvini.

Affermare che la Francia sia causa del disastro africano e delle migrazioni, poi, è un assoluto falso e persino una menzogna opportunista.

La Francia e la sua moneta coloniale ( che Di Battista farebbe bene a studiare meglio onde evitare ridicole inesattezze) sono solo una piccola parte del problema. Se anche si decidesse l’abrogazione del Cfa, l’Africa resterebbe ciò che è, un continente secolarmente condannato alla miseria e alla depredazione. Resterebbe, cioè, in balia di un mercato mondiale, dei suoi poteri, che continuerebbero a farne lo stesso uso di sempre, quello di un grande contenitore di risorse da portar via al minor prezzo possibile e la discarica di ogni nostro veleno.

E’ l’attuale sistema di regole mondiali a decidere i prezzi delle materie prime africane; a inondare di armi un continente bagnato del sangue delle nostre guerre di rapina, a sostenere al potere dittatori amici; a permettere ogni corruzione e ogni trasferimento delle ricchezze di quei popoli  estorte dai nostri “amici” in loco verso le nostre banche; a impedire che vi sia trasformazione in loco delle materie prime africane, unico modo per far decollare lo sviluppo di quella parte di mondo. Di esempi ne potrebbero essere fatti mille altri e coinvolgerebbero anche il nostro paese. Facile puntare il dito contro la Francia e non guardare i nostri orrori. Il colonialismo italiano non è stato diverso da quello di altri paesi. Le nostre responsabilità attuali, altrettanto. Siete al governo, cari Di Maio e Di Battista. Cosa avete fatto per la tracciabilità delle materie prime africane, per combattere la corruzione che massacra le vite di milioni di africani. Mai e poi mai vi ho sentito dire una parola sul modo di agire, ad esempio, della nostra Eni in quel continente. Mai. Eppure in questi giorni si celebra un processo che la vede imputata di una tangente per oltre un miliardo di dollari in quel di Nigeria. Quanto basterebbe per costruire scuole, ospedali e quanto altro per quella gente.

Ed allora, dite la verità.  Siete solo i rappresentanti di certa finanza italiana sempre più in guerra con quella francese anche sul bottino africano. A voi dell’Africa e degli africani non importa niente. Anzi…Siete voi ad aver dato fiato alla campagna di orrori contro chi tentava di salvarsi dalle guerre e dalla miseria che il vostro mondo ha imposto agli africani. Voi avete spinto l’opinione pubblica contro chi li salvava dalla morte in mare con la vostra squallida teoria dei taxi del mare smentita da ogni inchiesta. Siete stati voi i primi alfieri della guerra tra poveri contrapponendo i nostri poveri ai poveri sui barconi. Voi avete avallato l’orrore dei lager libici finanziati con i soldi degli italiani. Voi avete reso abnorme un partitino come la Lega che oggi è un monstrum leader della cultura dell’odio e dell’intolleranza. Un monstrum che sta per divorarvi. Il che sarebbe niente, se non facesse danno a tutti noi.

 

silvestro montanaro

 

RAIAWADUNIA HA URGENTE BISOGNO DEL TUO SOSTEGNO PER CONTINUARE AD ESISTERE

POSTEPAY: 5333 1710 6675 5675 – c.f. MNTJCP93R08F839R
PAYPAL: silvymonti@yahoo.com
BONIFICO BANCARIO: IBAN IT62I0760105138232206132212 – Jacopo Montanaro

In caso di contributo, danne notizia scrivendo a cittadinidelmondo2016@gmail.com

You may also like...

9 Responses

  1. Carlo Hendel ha detto:

    Sostanzialmente corretto l’articolo sulla situazione africana. Due precisazioni sono però necessarie e sono le seguenti:
    1 il movimento non ha governato nei momenti iomportantissimi in cui l’emigrazione aha avuto avvio, sono stati governi di altro colore, oggi il M5S ha ereditato la situazione.
    Il governo “Giallo-Verde” ha contribuito a portare all’attenzione europea la problematica annosa, sicuramente utilizzando ributtanti scorciatoie, ma comunque facendo emergere l’emergenza per la quale il Ministro Minniti osannato per questo, aveva trovato l’escamptage libico.
    2° E’ evidente la miopia quando si afferma che il M5S ha consentito che “un partitino come la Lega che oggi è un monstrum leader della cultura dell’odio e dell’intolleranza…………che sta per divorarvi. Il che sarebbe niente, se non facesse danno a tutti noi.” e mI preme che non si dimentichi che il M5S, diventato partito di maggioranza relativa, ha rivolto la propria attenzione ai DS che attraverso il suo rappresentante più in vista ha sdegnatamente rifiutato il confronto gettandolo nelle braccia aperte del “partitino Montrum”.

    L’alternativa era il nulla, come si verificherà se, con l’aiuto di certa sinistra, il tentativo del “MOSTRUM” andrà a segno.
    Carlo Hendel

  2. N'brah ha detto:

    ESSERE INDIPENDENTE È AVERE COME REGOLA ELEMENTARE LA SUA MONETA !!! IL FRANCO CFA È UN OPPRESSIONE !!!
    È TALE UN’ALTRA FORMA DI SCHIAVITÙ CHE AVETE CREATO VOI IN PASSATO !!!

  3. Ma ha detto:

    La situazione è drammatica in ogni senso la guardiate. La colonizzazione dell’africa è stata perpretata da quasi ogni paese. questi paesi hanno da sempre sfruttato, sradicato, imposto. L’ENI tranquillamente procede. Di questo se ne parla pochissimo. Nonostante la decolonizzazione, si continua a sfruttare. Ed è sempre colpa degli altri.

Rispondi a Ma Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: