Le “soluzioni” di Salvini bruciano e uccidono

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/03/22/rogo-nella-nuova-tendopoli-di-san-ferdinando-morto-un-migrante-prefetto-fatto-inatteso-e-libera-dinamica-strana/5056697/

Morire bruciato vivo in una tenda ignifuga è davvero strano. Non dovrebbe bruciare, ma è bruciata. Nel caso bruciasse, poi, dovrebbe farlo lentamente in modo da dare ai suoi occupanti il tempo di fuggire, ma così non è stato.
Misteri dell’accoglienza targata Salvini, ma un’altra giovane vita si è spenta, un altro lavoratore dei nostri campi è morto in maniera atroce. E’ accaduto nella tendopoli di San Ferdinando, quella sbandierata dal ministro degli interni come la grande soluzione. Da una baraccopoli a una tendopoli, mai una soluzione umana e civile per chi tiene in vita la nostra agricoltura. Da un lager all’altro. Trattati come bestie, sempre.
Di seguito il comunicato di Campagne in lotta, dei giovani compagni della vittima e un video con la denuncia di Libera.

” Anche oggi la giornata inizia con immensa rabbia e dolore. Il feroce business dei lager di Stato ci ha portato via un altro fratello. Per ore e ore non abbiamo saputo  il suo nome perché l’ordine era quello di non far avvicinare nessuno, per coprire l’ennesima strage e le forze dell’ordine hanno sequestrato i telefoni per evitare ogni forma di testimonianza.
Noumo Sylla, che aveva circa 32 anni, è morto bruciato vivo per un corto circuito del sistema elettrico, che dal giorno dello sgombero non mai funzionato. Infatti le persone che erano costrette a vivere nell’ennesima (nuova ) tendopoli, da diversi giorni stavano facendo pressione sul sindaco di San Ferdinando perché venisse a far riparare la corrente, per avere almeno luce e l’acqua calda, soltanto ieri i tecnici si sono presentati e questa mattina avrebbero dovuto finire i lavori… Che il dolore si trasformi in rabbia, pagherete tutto!”

CAMPAGNE IN LOTTA

 

Segnalazioni, a cura di Sergio Falcone

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: