Le vere cause dell’immigrazione: il furto della cioccolata

Il mercato mondiale del cacao e dei suoi derivati vale più di 100 miliardi di dollari  Ghana e Costa d’Avorio, che assieme producono il 60% della materia prima, nel 2015 hanno incassato rispettivamente 2 e 3,5 miliardi di dollari dalla vendita del cacao. Cioè niente, solo le briciole…

Ai contadini e ai piccoli produttori, poi, arriva ancor meno…Appena di che sopravvivere e spesso neanche abbastanza da poter ripagare le spese di produzione sostenute.

Su una stima di un mercato globale del cacao da 124 miliardi di dollari, solo 9 miliardi di profitti vanno a chi produce la materia prima, mentre 28 miliardi sono per i prodotti grezzi (la pasta di cacao) e ben 87 per i prodotti finiti.

Ai produttori viene impedito l’accesso alle fasi più remunerative della produzione che da sempre sono nelle mani di un pugno di multinazionali alimentari. I contadini e i produttori ghanesi e ivoriani possono solo fornire materia prima, non trasformarla.

Nel frattempo in Costa d’Avorio e Ghana è andato in fumo il 90% delle foreste. Rase al suolo per rendere i terreni disponibili alle grandi piantagioni di cacao.

La miseria produce altra miseria….

 

 

You may also like...

3 Responses

  1. Carmela ha detto:

    Leggiamo la ” Lettera a Salvini ” scritta dalla ragazza africana nelle scuole??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: