L’Italia “cristiana” di Salvini ha voluto questo orrore

Un centro di detenzione libico nei pressi di Zintan. Uno dei tanti.
Cumuli di immondizie che nessuno rimuove. Vermi e fetore asfissiante. Malati abbandonati alla loro sorte.
E freddo. Fame. Torture. Morte.

Le immagini sono state girate il 23 maggio 2019 e testimoniano il dramma quotidiano dei detenuti: dopo cinque giorni senza mangiare e bere, hanno ricevuto una scatola di cibo ogni due persone. Amnesty International ha documentato che negli ultimi dodici anni decine di migliaia di rifugiati e migranti sono stati imprigionati ingiustamente, le donne violentate, gli uomini costretti ai lavori forzati.

Un orrore infinito permesso e voluto da chi sull’immigrazione ha solo fatto demagogia e campagna elettorale.

 

You may also like...

1 Response

  1. Tiziana ha detto:

    ma la colpa non è solo di Salvini, ma di tutti quegli italiani che per ignoranza, paura e cattiva informazione gli hanno dato questo mandato. Forse è vero che il cambiamento antropologico degli abitanti di questo Paese è irreversibile; chi baratta una cosiddetta sicurezza permettendo che persone vengano torturate, trattate peggio delle bestie, affogate in mare non è un essere umano! Tutto questo NON E’ NEL MIO NOME! Per quello che mi sarà possibile continuerò a combattere affinchè il degrado morale e culturale venga arginato quanto e più possibile. Grazie per il vostro lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: