L’orrore. Si cominciò così…..

Si comincio’ cosi’ cosi’ negando
la vita comune a comuni persone
poi vennero i treni
poi vennero i campi
poi vennero i forni
e cosi’ fu finita.

Ma io spero che tu che mi leggi
voglia essere tra le persone buone
che si opposero al male e vollero resistere.

Si comincio’ cosi’ cosi’ negando
il desiderio di liberta’ e giustizia
il bisogno di giustizia e liberta’
e per fermare le anime e i corpi
che quel sogno quel desiderio quel bisogno
incarnavano e recavano alla luce
le anime e i corpi si ruppero insieme
alla luce delle bombe che tutto rende tenebra
che tutto trasforma in dolore e morte.

Ma io spero che tu che mi leggi
voglia essere tra le persone buone
che si opposero al male e vollero resistere.

Si comincio’ cosi’ cosi’ affermando
che il naufrago non merita soccorso
che chi salva le vite e’ un criminale
che lo straniero deve essere schiavo
che l’esule si merita la morte
che sia percosso e seviziato l’ospite
che i campi e le deportazioni tornino
e dal momento che l’odio e l’amore
sono la stessa cosa e tutto e’ niente
sia legge la violenza e la barbarie
fascista torni sui colli fatali.

Ma io spero che tu che mi leggi
voglia essere tra le persone buone
che si opposero al male e vollero resistere.

Si comincio’ si prosegui’ cosi’
cosi’ finisce il mondo in un abisso
cosi’ la notte rapisce gli occhi e i respiri
cosi’ l’umanita’ s’indraca e s’estingue.

Ma io spero che tu che mi leggi
voglia essere tra le persone buone
che si opposero al male e vollero resistere.

 

Benito D’Ippolito

 

Pillole di saggezza, a cura di Rosella De Troia

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: