L’ultima follia dei signori della paura: pistole mitragliatrici ai vigili urbani

È destinata a far discutere la decisione del Comune di Solesino di armare i propri vigili urbani. No, non parliamo della pistola elettrica taser, che in virtù del decreto sicurezza bis potrà essere assegnata anche alla polizia municipale, bensì di un’arma potenzialmente letale come una pistola mitragliatrice corredata di un giubbotto antiproiettile. Grazie a un investimento tra i 4mila e i 5mila euro, i cinque agenti di polizia locale saranno muniti di una pistola semiautomatica Glock calibro 9X21 e di due giubbotti antiproiettile “Come promesso in campagna elettorale, la nostra intenzione è garantire maggiore sicurezza in paese, combattendo la microcriminalità”, ha dichiarato il sindaco Elvy Bentani, esponente di Fratelli D’Italia.

 

FANPAGE

 

Segnalazioni, a cura di Sergio Falcone

You may also like...

1 Response

  1. AlessioX1 ha detto:

    L’arma in realtà è una normale pistola semiautomatica, quindi non una pistola mitragliatrice, spara un colpo ogni volta che premi il riletto, solo che viene montata su un supporto che la fa sembrare esteticamente un mitra, ma non lo è.
    Questo supporto serve per rendere l’arma più precisa, cosa che può essere utile in un contesto urbano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: