Mare Jonio riparte: “Aiuteremo le persone a fuggire dai campi di concentramento”

image_pdfimage_print

Con la bandiera dell’Italia che sventola, il rimorchiatore Mare Jonio ha lasciato il porto di Palermo. La nave della rete Mediterranea e il veliero di supporto puntano la prua verso la Libia, in un mare senza più imbarcazioni per il soccorso dei migranti. “Andiamo ad aiutare chi fugge dai campi di concentramento libici”, dice il capo missione Luca Casarini. A bordo ci sono, oltre a 7 marinai, 12 attivisti provenienti da Roma, Firenze, Bologna, Milano e Palermo che sono stati addestrati al soccorso in mare. Tra di loro, c’è chi salirà a bordo delle due scialuppe di salvataggio, un responsabile legale, un medico e una paramedica. di Giorgio Ruta

You may also like...

1 Response

  1. Avatar Paola ha detto:

    BRAVI. Siamo stanchi di questa mattanza, sono persone, non sono tonni.
    Sentito stamattina il commento di Bernardeschi il giocatore della Juventus?è anche lui dei nostri. Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: