Migliaia di minori costretti alla prostituzione sulle nostre strade. Un appello

image_pdfimage_print

In occasione della “Giornata internazionale contro tratta degli esseri umani le associazioni Ebano
e Adri sono a ribadire il loro impegno contro questo agghiacciante fenomeno.
Prendiamo atto che il rapporto “Piccoli Schiavi 2019” presentato da Save the Children finalmente
cita in modo esplicito e maggiormente descrittivo il metodo del lover boy contro il quale ci
battiamo da tempo, in ottemperanza a quanto disposto dal punto 61 della Risoluzione Europea del
12.05.16.
Il metodo del “lover boy” è il terribile inganno messo in atto dal trafficante, che finge una
relazione d’amore con la vittima per attirarla in una spirale di assoggettamento tale da indurla alla
prostituzione senza apparenti segni di costrizione, facendole perdere la percezione dello
sfruttamento e della violenza subiti. Da anni è diventato la principale tecnica di traffico
intraeuropeo ma ancora stenta ad essere riconosciuto.
Chiediamo, sulla scia di quanto affermato nel suddetto rapporto, che venga istituito un gruppo di
lavoro a livello nazionale su questo metodo criminale, per non disperdere le esperienze
professionali di ciascuno, per mettere in comune i nostri dati di osservazione dopo anni di lavoro
mirato – di concerto con i colleghi europei- su questa tecnica e per addivenire alla messa appunto
delle “buone prassi” prescritte dall’Europa già tre anni orsono.
Chiediamo inoltre, visto l’allarmante dato riportato di 2210 minori vittime di sfruttamento
sessuale osservati in una sola notte in sole cinque regioni a fronte di esigui numeri di fuoriuscite, di
conoscere dettagliatamente -pur nel rispetto della privacy – gli interventi attuati da operatori della
rete antitratta, dei servizi minorili, alle Forze dell’ordine e dalle autorità consolari in ciascuna
situazione e le dettagliate ragioni delle mancate fuoriuscite al di là delle macrocategorie indicate.
Osserviamo inoltre, come ultimo allarmante dato, che continuiamo a ricevere segnalazioni di
minorenni o neo-maggiorenni italiane in situazioni di disagio indotte alla prostituzione sempre con
il metodo del lover boy.
Ricordiamo infine le e i minori romeni scomparsi in patria – 410 denunce di scomparsa nel 2018
tuttora pendenti secondo i dati diffusi dalla Polizia Romena, Direcția pentru Investigații Criminale –
probabili vittime di tratta. Forse sulle nostre strade. Forse tra i 2210 conteggiati.

Michelangela Barba
Associazione Ebano

Silvia Dumitrache
ADRI associazione donne romene in Italia

Focus di Ebano è il sostegno donne in condizione di grave marginalità, vittime di sfruttamento
sessuale e grave violenza.
Focus di ADRI è il sostegno alle migranti intraeuropee, che incorrono in situazioni di sfruttamento
sessuale e lavorativo, e ai loro figli.

Le due associazioni collaborano dal 2016 nell’emersione delle situazioni di sfruttamento e nella
gestione di percorsi di fuoriuscita.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: