Mine antiuomo: Trump le riammette tra le armi dell’esercito americano

image_pdfimage_print

Donald Trump ha riammesso l’uso delle mine antiuomo nella dotazione dell’esercito americano. ” I nostri soldati non possono essere svantaggiati in nessun campo rispetto al nemico”.

La decisione invertirà una scelta politica di Obama, del 2014, che limitava l’uso dei dispositivi esplosivi alla penisola coreana. “Questa politica autorizzerà i comandanti combattenti, in circostanze eccezionali, a impiegare mine terrestri mine auto-distruttive e non persistenti, specificamente progettate per ridurre i danni involontari ai civili e alle forze partner”, ha affermato la Casa Bianca.

Le mine persistenti sono quelle che, una volta inserite nel terreno, devono essere disattivate manualmente, le più letali e le più diffuse. Le mine antiuomo non persistenti, invece, si autodistruggerebbero. Ma molti esperti contestano questo assunto dichiarandone l’estrema letalità.

Si stima che le mine anti uomo siano intorno ai 100 milioni, sparse in una sessantina di Paesi. Ogni anno si contano le nuove vittime, 100 mila i morti negli ultimi 15 anni, 7.200 nel solo 2017.

Sono passati 20 anni dall’entrata in vigore, il 1 marzo del 1999, del Trattato di Ottawa, che prende il nome della capitale canadese dove è stata siglata la Convenzione internazionale per la proibizione in tutto il mondo dell’uso, stoccaggio, produzione e vendita delle mine antiuomo e per la distruzione di quelle inesplose. Ad oggi sono 164  i Paesi che l’hanno firmata e ratificata, quindi l’hanno recepita nei propri ordinamenti dopo decenni di battaglie della società civile.

Trump, con questo suo nuovo regalo all’industria degli armamenti, prosegue nella sua guerra senza quartiere a tutte le regole, leggi e trattati, che regolano un minimo di convivenza civile tra le nazioni del nostro pianeta.

L’unica legge è e deve rimanere quella del più forte.

America first!

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: