Montanelli, stupratore e pedofilo.

image_pdfimage_print

Si chiamava Destà. Aveva 12 piccolissimi anni. In cambio di qualche soldo alla sua famiglia divenne la Madame di Indro Montanelli.

Il cosiddetto Madamato –  una orribile pratica tollerata dai vertici militari italiani – era legato alla vita nelle ex colonie italiane durante il fascismo. I soldati italiani erano di fatto legittimati ad abusare di bambine abissine e libiche e farne piccole concubine. Designava una relazione tra un soldato italiano ed una donna nativa delle terre colonizzate, chiamata in questo caso madama. Inizialmente i vertici fascisti tollerarono questa pratica che consisteva anche nel prendere in ‘sposa’ bambine inferiori ai 10 anni per evitare che i militari potessero contrarre malattie veneree. Solo con l’introduzione delle leggi razziali fasciste, il madamato venne proibito anche se con scarsi risultati, nonostante lo sforzo di diffondere case di tolleranza nei territori coloniali, dapprima con prostitute italiane. Il regime lo giudicava negativo per l’integrità della razza e per il prestigio dell’Italia imperiale.

Destà era infibulata. Una sporca pratica di controllo del corpo delle donne e della loro fedeltà. Vengono cucite le parti intime. Il marito padrone provvede a rifarlo ogni volta che parte per un lungo periodo e vuole essere certo che il corpo di sua proprietà resti inviolato e che la prole che genererà sia geneticamente sua.

Montanelli scucì Destà.

Avete idea del dolore che una bambina possa provare, del terrore che agiterà il suo corpicino e la sua anima?

E’ un’operazione che genera sangue e dolore. E che la penetrazione moltiplicherà per mille…

Destà pianse, non poteva che piangere. Le sue lacrime non furono ascoltate.

Era, come ricordò Montanelli, stuprandola nuovamente con il suo razzismo, ” un animaletto docile” con il brutto difetto di “puzzare di capra”. Quando anno via, Montanelli la cedette a un suo commilitone. Destà era una cosa, niente altro che una povera cosa, utile solo a procurare piacere agli uomini e aver cura delle loro cose.

Qualcuno oggi osa affermare che in fondo allora era così che andavano le cose. Che in certi paesi e tra certi popoli era ed è normale che una bambina vada in sposa. Bisogna storicizzare, questo è l’invito. Ci siamo passati anche noi nei secoli passati. Maometto sposò una bambina. La Madonna era una ragazzina quando fu impregnata da Dio.

La storia dell’uomo, questo è maledettamente vero, è da sempre zuppa delle lacrime delle donne. I bisogni della specie secolarmente hanno piagato il loro corpo e le loro anime. Non è consentito a nessuno usarla per giustificare i propri orrori. Quello di Montanelli fu orrore. L’orrore dei vincitori, dei padroni, degli uomini peggiori. Quelli che ben sapendo che in “patria” non è consentito violare animaletti docili, trovano normale farlo altrove, nel regno della miseria e dell’arretratezza che invocano come scusa.

Comprare una bambina di un paese occupato militarmente, violentarla e usarla come un “animaletto” è solo barbarie, infamia.

Rivendicarlo come una piacevole esperienza a distanza di decenni è la prova provata dello squallore profondo di una belva con fattezze umane.

Tanto vale per tutti quelli, tanti, tantissimi, che vanno in giro per il mondo a abusare delle donne, delle ragazzine, delle bambine, appartenenti a popoli sconfitti nelle grandi guerre, spesso senza armi ma ancora più crudeli di esse, della globalizzazione e della finanza.

L’unico monumento lecito per questi uomini è un cumulo di merda.

Buttarne giù alcuni è poca cosa se non buttiamo nelle fogne la loro cultura che domina ferocemente la scena del nostro mondo.

silvestro montanaro

You may also like...

3 Responses

  1. Avatar MAURIZIO COSTA ha detto:

    Schifosissimo e viscido essere ‘umano’ che si mise addirittura a criticare un grande italiano quale fu Enrico Mattei, che contribui’ infinitamente al miracolo economico italiano!….. Al di là del fatto che era uno schifoso fascistone, non lo considero affatto un eccezionale giornalista ma piuttosto un asservito dei poteri forti!!!!

  2. Avatar kob ha detto:

    Allora quì mi devo prendere un pò di tempo! Mi dispiace ma qui non posso proprio esimermi!
    Allora vogliamo parlare del periodo di Montanelli durante la campagna d’africa?Bene! Mi invitate a nozze
    In primis come a detto Paolo Mieli tanto per fare un pò di chiarezza, sempre che a sua volta abbia detto il vero in base a quello che sà, supponendo che sappia sù quel periodo, ma credo che sia una persona affidabile…..quindi famose a fidasse!
    Allora secondo le riflessioni di Mieli su quella particolase situazione vissuta da Montanelli con quella posso immaginare……dà quello che ho sentito dire……..giovanissima ragazza, quindi bambina diciamo…..Montanelli non avrebbe mai chiarito con precisione la questione con chiarezza, anche sè in qualche modo avrebbe fatto intuire forse, che non avrebbe fatto niente con quasta bambina!La cosa che mi fà specie è che si parli di questa questione…..aggiungo, giustamente,  ma chè è avvenuta
    Comunque voglio portare la vostra attenzione sù di una serie di questioni!Cominciamo! !Vediamo un pò il contesto!Riporto qualche informazione interessante da wikipedia, sempre che sia attentibbile!
    Probabilmente Montanelli soffriva di disturbo bipolare[14].Il padre, preside di liceo (il più giovane d’Italia)[12], fu trasferito prima a Rieti (nel 1922), poi a Lucca e ancora a Nuoro presso il Liceo ginnasio statale Giorgio Asproni, dove il giovane Indro lo seguì

    Nello stesso anno fu ricevuto, assieme a tutto lo staff de L’Universale[27] da Benito Mussolini, il quale, secondo il racconto che lo stesso Montanelli avrebbe reso a Enzo Biagi per la trasmissione Questo secolo, del 1982, intendeva elogiarlo per un articolo anti-razzista che aveva scritto[20].
    «Mi disse: “Avete fatto benissimo a scrivere quell’articolo, il razzismo è roba da biondi”(Indro Montanelli, Questo secolo, 1982
    Tuttavia quattro anni dopo, nell’ambito della propaganda per la guerra d’Etiopia Montanelli scriverà parole dal tenore opposto: «Non si sarà mai dei dominatori, se non avremo la coscienza esatta di una nostra fatale superiorità. Coi negri non si fraternizza. Non si può, non si deve. Almeno finché non si sia data loro una civiltà[29]»(Indro Montanelli, Civiltà Fascista, 1936)

    Ora  questo è tutto quello che riporta wikipedia….immagino che in altri siti potrebbero esserci più
    dovizie di particolari ed informazioni sul suo periodo Africano….diciamo!
    Qualora, comunque queste tre affermazioni fossero vere ( Ipotesi ) avremmo difronte una personalità difficile da poter comprendere
    Da una parte, forse paradossalmente ,forse era in qualche modo condizionato da altre persone
    o magari un’altra ipotesi è che fosse una persona del suo tempo ( pensiero unico, più o meno )
    Che faceva quello che anche ,forse la maggior parte è magari anche dopo in modo dofferente si adattavano!
    Magari in queste persone c’era ideologia, ma anche mista a paura, pressioni politiche ecc..
    Del resto dovete sapere una cosa che probabbilmente  la maggio parte di voi non sà, sempre ipoteticamente parlando
    Mi riferisco in particolar modo alle opinioni espresse in merito a molte popolazioni è culture dal signor L Ron Hubbard
    Sono sicuro che vi farebbe scandalo sè leggereste di quello che diceva in merito a persone
    L’unica attenuante è che ci si accorga dal fatto che magari avvolte faceva degli apprezzamenti che
    forse le sue opinioni forse erano influenza anche da particolari periodi della storia in cui lui vivava
    è  che lo portava ad avere nella maggior parte un pensiero sempre molto critico sù di una popolazione…magari in parte anche in un certo senzo forse veritiero in senso lato senza riuscire a cogliere però che generalizzare è sempre un errore!
    E pensando alla quetione attuale di mMontanelli mi viene in mente anche un altra cosa molto, moto inportante almeno per mè!
    Le così dette spose bambine…………..l’ho avrete sentito no?!…….eh! non sò sè! !
    E non parliamo neanche di una dodicenne, che anche sè lo sò…..può sembrare assurdo, nella nostra società, ma a dodici anni una bambina di 12 anni biologicamente parlando è ingrado di avere un figlio!
    La sorella di un mio amico difatti ha avuto un figlio alla giovane età di 13/14 anni!
    Lò so! C’è tutto il discorso nel non essere pronte mentalmente, in basa anche a quello che dicono gli psicologi ecc.. mà allo stesso tempo gli studi biologici non  li puoi inventare!
    Tutto questo per dire che almeno quella ragazza aveva 12 anni, ,  è come appena detto la cosa sia bagliata, sopratutto con gli occhi del’occidente, e conseguenzialmente anche a raggion veduta  sempre almeno in parte, allora io dico che forse ancora più grave è che in Italia nel 2020 ci sia un libro legato ad una religione che insegna beatamente nel mondo, che si può avere una sposa anche di 7 anni, con la quale si può interrelazionarsi in parte sessualmente in seguito………diciamo…..verso i 10 anni di età, più o meno!
    E ancor più grave, qualora avenisse, che queste cose non sarebbero regolamentate in modo da prevenire potenzialmente tali fenomeni anche nel nostro paese!
    Ma di questa cosa purtroppo, nel dibattito politco ,teologioco, filosofico è publico non sè ne parla nonostante sia una cosa molto attuale, trà l’altro in molti paesi del mondo, anche al difuori di quel libro prima accennato, ma anche alla disfunzionalità socialculturale di diversi stati
    Ci si interessa a queste cose adesso mi accorgo soltanto magari in concomitanza, di cose avvenute circa 90 anni fà
    E in qusta dimenticanza mi ci metto per prima io!
    Purtroppo anche io, mi ispiro da quella che è l’aggenda politica, mass mediatica del giorno
    E questo sè non in parte, è un problema!
    Di questo genere di cose sè ne parla magari solo molto sporadicamente in TV, fino al prossimo tema gigante che sarà trattato da tutti i giornalisti, è in seguito i politici nelle loro solite, classiche passerelle nei salottini…………………..o magari salottoni televisivi
    Al momento questo è quanto!

  3. Avatar Sandro ha detto:

    Scusi Kob, non so cosa sia peggio fra la sua logica e la sua grammatica. Sicuramente può fare meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: