Nei lager libici si muore di fame

Drammatiche notizie ci giungono dal campo di detenzione di Zintan, nel nord-ovest della Libia. Un tweet di Giulia Tranchina denuncia che da due giorni i rifugiati – uomini, donne e anche bambini – sono stati abbandonati senza cibo né acqua. Negli ultimi due mesi, già una ventina di persone di questo campo sono morti di tubercolosi o semplicemente di fame e di stenti. “Hanno urgente bisogno di assistenza e di essere evacuati – afferma l’avvocata specializzata in diritti umani – Stanno patendo abusi sistematici e costretti a vivere in condizioni disumane”: Non rimaniamo in silenzio. La mancanza di segnalazioni dai campi che si registra in questi ultimi tempi è dovuta al sequestro dei cellulari da parte delle guardie e dalla mancanza di energia elettrica per la ricarica. Ma questo silenzio testimonia solo che le condizioni in cui versano i migranti sono terrificanti.

da DOSSIER LIBIA

 

Segnalazioni, a cura di Sergio Falcone

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: