Orrore senza fine in Yemen. Dilaga il colera

In Yemen i casi di colera sono in costante aumento. Nel primo trimestre 2019 abbiamo ammesso 7.938 casi sospetti presso le nostre strutture nei governatorati di Amran, Hajjah, Taiz e Ibb. In questo arco di tempo, il numero di pazienti trattati dalle nostre équipe è passato da 140 a 2.000 a settimana. I risultati dei test diagnostici rapidi mostrano come la percentuale di casi positivi sia aumentata dal 58% al 70%.

Il colera è endemico nel paese. Dopo due epidemie scoppiate tra il 2016 e il 2017, era stato messo sotto controllo, ma le autorità sanitarie e le organizzazioni medico-umanitarie come MSF hanno continuato a osservare casi in quasi tutti i governatorati. Per affrontare la situazione, MSF chiede un aumento dell’assistenza umanitaria nel paese, in particolare con interventi di gestione e potabilizzazione dell’acqua in grado di prevenire la diffusione della malattia.

L’aumento dei casi ci ha spinto a rafforzare i nostri interventi per il colera. Centri di trattamento per il colera sono stati a aperti a Khamer, con 50 posti letto, e all’ospedale Al Kuwait di Sana’a. Sono stati ampliati e rafforzati i centri a Taiz, Kilo e Ibb, da dove proviene il 50% dei nostri pazienti. Mentre a Huth nel governatorato di Amran, dove il colera è particolarmente diffuso, supportiamo un centro sanitario locale.

Oltre al colera, anche epidemie di altre malattie prevenibili attraverso il vaccino, come la difterite e il morbillo, costituiscono ancora un rischio sanitario e una causa di mortalità per la popolazione devastata dalla guerra.

“In Yemen sarebbe fondamentale condurre campagne di vaccinazione per evitare epidemie di malattie prevenibili, ma il conflitto ha danneggiato o distrutto metà degli ospedali e reso i farmaci praticamente introvabili. Così le persone arrivano a morire per disidratazione o per un semplice morbillo”, spiega Roberto Scaini, Medico di MSF

MEDICI SENZA FRONTIERE

 

L’acqua potabile in Yemen manca anche per il sistematico bombardamento della rete idrica del paese da parte della coalizione saudita. L’epidemia di colera è un’epidemia voluta, usata come un’arma per piegare il nemico

RAIAWADUNIA

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: