Questa non è giustizia! Lui, 72 anni, prete, stupra una bambina si 10. Pena dimezzata a due anni.

image_pdfimage_print

Ancora ItaliaTribunale di Firenze. Guardate l’immagine. Terribile e raccapricciante.Eppure non basta.Altra pena dimezzata. Questa volta non è un padre che stupra sua figlia ma un prete. Lei una bambina di 10 anni. Lui 72.Doveva riportarla a casa, invece si è appartato in macchina e ha iniziato a toccarla e farsi toccare e chissà che altro e chissà quante volte.Beccato in fragranza di reato. Neanche questo basta. Paolo Glaentzer, era stato condannato a 4 anni e quattro mesi di reclusione dal tribunale di Prato il 5 marzo 2019 per violenza sessuale su una bambina di 10 anni. Il tribunale di Firenze, in appello, gli ha ridotto la pena a 2 anni e mesi e 20 giorni di reclusione.

Il sacerdote ridotto allo stato laicale dalla curia dopo la prima condanna di un anno fa, ha beneficiato delle attenuanti generiche, che i giudici hanno ritenuto prevalenti sull’aggravante di aver commesso il fatto nell’esercizio delle funzioni di ministro di culto. 

Avete capito bene. Attenuanti generiche. Un prete è come un padre, forse di più, porta nel mondo la parola di Dio, chiunque si fiderebbe, potete immaginare una bambina.

Ma come possiamo andare avanti così ? Ma che giudici sono questi?

Lui ha stuprato godendo anche del suo ruolo di sacerdote, e i giudici gli riconoscono le attenuanti generiche?

Cosa gli avrà detto quell’ uomo per convincerla a stare zitta: Dio vuole così?.

Vi scandalizzate per questa frase? Bene, perché non se ne può più.

E pensateci a quel corpo, alla vita di questa bambina, a quest’uomo che non credo si sia fatto un giorno di carcere.

È come se la giustizia legittimasse lo stupro dicendo agli uomini che al massimo si prenderanno cinque anni https://sosdonne.com/2020/06/24/in-nome-della-giustizia-italiana-lei-ha-13-anni-lui-ne-ha-40-anni-ed-e-suo-padre-la-stupra-e-le-mette-incinta-condannato-a-soli-5-anni/ o due, pure con beneficio delle attenuanti generiche.

E non tengono conto di niente, nemmeno che loro avevano una posizione di “potere” quella di padre e sacerdote.

Cosa vi devo dire? Chiudiamo in casa le nostre figlie, ragazze e bambine, tenetele al guinzaglio, perché nessuno le difenderà.

Non la nostra giustizia.

Penny ( Cinzia Pennati, SOS DONNE BLOG )

Sono nauseata.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: