ULTIME ORE PER SALVARE NOURA DALLA MORTE

Il 10 maggio un tribunale del Sudan ha condannato a morte Noura Hussein, una ragazza di 19 anni che aveva ucciso per autodifesa il marito che l’aveva stuprata. Per Amnesty International, la sentenza è la prova che le autorità sudanesi non sono in grado di contrastare i matrimoni precoci e forzati – legali dopo i 10 anni di età – e lo stupro coniugale.

Noura Hussein era stata costretta a sposare, all’età di 16 anni, Abdulrahman Mohamed Hammad dopo che questi e il padre della ragazza avevano firmato un contratto di matrimonio. Di fronte alle resistenze della giovane di concedersi, il marito il 2 maggio 2007 ha invitato a casa due fratelli e un cugino perché lo aiutassero a stuprare Noura Hussein. Il giorno dopo, di fronte alla minaccia di una nuova violenza, Noura ha impugnato un coltello e ha colpito a morte l’uomo.

Il giudice di primo grado non ha avuto dubbi, ha applicato una legge del 1991 che non riconosce lo stupro coniugale: omicidio premeditato e pena di morte.

Firma e fai firmare la petizione per salvarle la vita

You may also like...

4 Responses

  1. Elena ha detto:

    Save Noura!!
    Free Noura!

  2. Asia ha detto:

    Incredibile

  3. Patrizia gerardi ha detto:

    Giustizia per Noura

  4. Alice Roselli ha detto:

    Free Noura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: