Venezia: Scusi Zaia, abbia pazienza Salvini…ma voi in questi anni dove eravate?

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ulula alla luna la sua indignazione per il disastro veneziano e parla di scandalo nazionale puntando il dito accusatore contro “Roma Ladrona”.

Lo segue a ruota Matteo Salvini che chiede altri cento milioni di euro per la manutenzione del Mose ed evoca i ritardi dello stato nella salvaguardia di Venezia e del suo straordinario patrimonio storico e artistico.

Il Mose, discussa opera pubblica per il contenimento delle maree veneziane, ha assorbito finora ben sette miliardi di denaro pubblico. Li ha strappati in buona parte ai lavori di manutenzione e rafforzamento della città e delle sue fondamenta. I suoi costi lievitano nel tempo ed è lì fermo in attesa di un inizio delle attività rinviato di anno in anno.

Il Mose è l’altoforno dell’incompetenza e della corruzione italiana.

Il Mose lo hanno voluto in tanti, ne hanno approfittato in tantissimi. Numerose inchieste e condanne vedono il coinvolgimento di tanti, troppi, partiti politici. Sia di sinistra che di destra. Ci sarebbero quasi cento milioni di fatture false intorno all’opera per buona parte finite in tangenti.

Un ex governatore di centrodestra, Galan, è stato condannato per corruzione. Zaia ne era il vice. Non si era mai accorto di nulla? Il vero e proprio sistema di ruberie che infestava i lavori del Mose gli era del tutto sfuggito?

La Lega che del Veneto ha fatto la sua roccaforte storica dov’era negli anni e nelle decisioni che hanno portato ai disastri di questi giorni? Non erano forse al governo di quelle terre?

Se uno scandalo come il Mose fosse avvenuto nel sud del nostro paese, avrebbero gridato ai meridionali terroni e ladri. E  invocato le eruzioni di Etna e Vesuvio.

Ora abbiano almeno la decenza di tacere!

 

silvestro montanaro

 

 

 

You may also like...

2 Responses

  1. Aliso Cecchini ha detto:

    Qual partiti di sinistra sono coinvolti della corruzione del Mose?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: